Untitled Document
   
i luoghi della memoria artisti
:: Home :: Scrivici ::  
:: Photo live

Lunedì, 14 ottobre 2019  
07:22:21

Warning: include(D:\Inetpub\webs\rassegnalithosit\2002\inc\counter.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\Inetpub\webs\rassegnalithosit\2002\inc\menu.php on line 219

Warning: include() [function.include]: Failed opening 'D:\Inetpub\webs\rassegnalithosit\2002\inc\counter.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\Inetpub\webs\rassegnalithosit\2002\inc\menu.php on line 219
 
Copyright 2000/2002 Associazione Folkstudio
All rights reserved 
CREDITS


>  Lithos Live
Buscemi / 04/08/2002
/ Luigi Di Pino
/ Gnorri
/ Melthemi
Si respirava una triste aria di addio a Buscemi. La Rassegna, anche se della durata di soli quattro giorni, è riuscita a creare amicizie, atmosfere, relazioni e feeling. Il cortile delle scuole di Buscemi è un luogo particolare; vi si accede dal corso principale attraverso un cancello e la salita di alcuni gradini. E' un grande spiazzo, con un albero bellissimo, enorme, piantato al centro. Il luogo ideale per un addio!...o meglio, per un arrivederci! Gli Gnorri hanno aperto la serata ed è stata subito festa. Rossella Aliano con la sua voce e il suo dolce "disagio da palco" incanta e piace a tanta gente. In questi tre concerti di Lithos ha letteralmente reclutato decine di fans. Luigi Di Pino è subentrato con i suoi gesti e la sua voce dritta e potente. Ha scherzato con il pubblico, ha divertito tantissimo. Per chiudere i Melthemi. Questa sera sembravano particolarmente in grazia. I suoni, i ritmi e l'energia delle loro danze e dei loro canti hanno scatenato l'entusiasmo. Un gruppo di ragazzi stranieri (credo da un campo di lavoro) ha ballato festosamente per tutto il concerto. Antonio Curiale ha spiegato, presentato ogni brano nel suo contesto storico, geografico e culturale; dando notizie anche sugli strumenti usati.
Che dire??!! Ci convinciamo sempre di più che il territorio artistico, geografico, musicale, umano che questa Rassegna ha disegnato, è un territorio che va protetto a tutti i costi. Troppa imbecillità c'è in giro. Troppa falsità; troppo scollamento dalla realtà. Lungi dal crederci infallibili o (peggio) missionari e predicatori di una società utopistica, riteniamo semplicemente di essere stati per tre anni al servizio di un'idea fatta di semplicità, curiosità, di ricerca, di rispetto e di amore nei confronti della nostra terra, dei nostri simili, delle nostre intelligenze e della nostra natura. Sappiamo che tutto ciò, oggi, non ci sarà concesso facilmente. Ma noi la testa l'abbiamo di lithos, e per Lithos. Non ci faremo fregare tanto facilmente. Grazie a tutti quelli che ci danno una mano! Saluti a tutti e...alla prossima.
Il capo cantiere

Melthemi Melthemi
Melthemi Gnorri
Gnorri Gnorri
  LuigiDi Pino LuigiDi Pino